Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Comparatea - Area Ugrofinnica

Attivitŕ didattica in rete (Gruppo56 – eLearning)


Il Gruppo1956-Ungheria e il Gruppo1956-Firenze costituiscono il 'Modulo Internazionale Sperimentale', ovvero il primo nucleo didattico di un ampio progetto di collegamento 'interregionale' tra formazione universitaria ed educazione scolastica. L'attenzione sia teorica che pratica è qui dedicata al 'funzionamento della memoria culturale europea'. 

Progetti di sperimentazione: 
2010-2011
Programma Europeo Youth in Action 'La Storia ci unisce'

2007-2009
Sperimentazioni con tre licei ungheresi con indirizzo italiano bilingue 
I partecipanti:
- Studenti e docenti della Sezione italiana di tre licei ungheresi: Szent László Gimnázium di Budapest, Csokonai Gimnázium di Debrecen, Kodály Gimnázium di Pécs. Nel 2007 l'Area degli studi ugrofinnici dell'Università di Firenze ha promosso un accordo di collaborazione didattica e culturale fra i tre licei e la Facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze. Nell'ambito dell'accordo sono stati progettati e realizzati da studenti universitari tirocini didattici e assistentati Comenius (Alessandra Berardi, Silvia Corti, Irene Fabbroni, Monica Fulda) e avviata la collaborazione fra il Liceo di Budapest e scuole toscane. In particolare è stata realizzata un Progetto Ungheria e una visita di due classi dell'Istituto Superiore Ernesto Balducci di Pontassieve dedicata a uno specifico programma italo-ungherese condotto da studenti dell'Area ugrofinnica dell'Università di Firenze.
- Studenti e docenti dell'Area degli studi ugrofinnici dell'Università di Firenze i quali in particolare si sono impegnati in una una sistematica sperimentazione del metodo interculturale. Il gruppo di studio universitario ha creato un ambiente didattico (nel fisico e nel virtuale) in cui gli studenti liceali, i collaboratori e i docenti hanno frequentato uno spazio di 'gioco interlinguistico e interculturale' in cui 'traduzione' e 'redazione', 'storia' e 'ricostruzione' sono state sperimentate, e riconosciute:
a) come momenti vitali della memoria culturale (europea), come esempio di un suo 'buon funzionamento';
b) come strumenti di elementare efficacia per la gestione culturale della complessità sociale (europea).
Il Modulo didattico - mentre ha portato avanti l'elaborazione delle premesse di un eBook multilingue e multimediale dedicato alla 'memoria (letteraria) giovane' della rivoluzione ungherese del 1956 - ha portato alla luce il bisogno di un''Europa concreta' e, insieme, ha 'esemplificato' una delle vie possibili alla 'rifunzionalizzazione' della memoria (europea) in termini concreti su piano della didattica e dell'educazione. E' stato fatto emergere, con successo, il senso di un radicamento (inter)culturale e (inter)linguistico dove nelle 'radici' i partecipanti hanno riconosciuto momenti di un patrimonio culturale condiviso (in senso oggettivo) e condivisibile (in senso soggettivo). Sono state individuate prospettive di dialogo, nuove e ulteriori ipotesi di 'condivisione'. 
Il Modulo didattico ha implicato che ogni studente, tutor e docente consultasse costantemente nel Sito dell'Area Ugrofinnica del Dipartimento di Filologia Moderna la pagina dedicata al Gruppo '56: tale pagina, insieme con una serie di sottopagine, costituisce una sorta di "manuale online", strutturato secondo un indice analitico con vari capitoli d'interesse per il Seminario, sostanzialmente nella maniera di un manuale tradizionale (offrendo cioè testi in formato digitale), con alcuni elementi anche multimediali. Per tutti i momenti del Seminario che potevano essere svolti in modalità interattiva, Moodle è stato lo spazio prescelto. Sulle pagine del manuale online di SUF (in corso di aggiornamento) verranno inseriti dei link che ricondurranno studenti, tutor e docenti nella "classe interattiva".

Manuale / work in progress - Indice tematico: 



Storia


A premessa
Per un primo approccio bibliografico e per una panoramica sulla storiografia (e sulla storia della storiografia) della Rivoluzione ungherese del 1956, occorre consultare costantemente il Portale dell’Istituto di ricerca e documentazione sulla storia della rivoluzione ungherese del 1956 (1956-os Magyar Forradalom Történetének Dokumentációs és Kutató Intézete). Questo Portale, sistematicamente arricchito di materiale bibliografico e di elaborazioni scientifiche e culturali in forma di notizie, articoli, saggi e volumi completi, č un centro di studio virtuale e come tale permette a un ampio pubblico interessato di prendere parte all'evoluzione della 'memoria riflessiva', e quindi storico-critica, della vicenda del 1956 in una prospettiva contemporaneamente ungherese, europea e mondiale.


Quel che segue č uno dei possibili itinerari da percorrere per acquisire una prima immagine d'insieme degli aspetti storici della Rivoluzione del 1956 e della sua 'vita' nella memoria collettiva.


Il quadro cronologico
- Per una cronologia storica completa dal 5 marzo 1953 (data della morte di Stalin) al 21 marzo 1963 (anniversario della Repubblica dei Consigli Ungherese del 1919 e il giorno in cui János Kádár comunica al parlamento ungherese l'amnistia generale concessa ai partecipanti alla Rivoluzione del 1956), cfr. il Portale dell'Istituto di studi per la storia del 1956
(http://www.rev.hu/sulinet56/online/naviga/index.htm).
- Una cronologia multimediale dei giorni 23 ottobre - 4 novembre 1956, con una breve introduzione (a partire dal 4 luglio 1953, data dell'insediamento del primo governo Nagy) e una sintesi finale (che conclude con la data del 4 dicembre 1956, giorno in cui donne ungheresi vestite a lutto hanno manifestato a Budapest), č offerta dalla versione online di "Népszabadság" (http://www.nol.hu/infografika/cikk/421589/), quotidiano che propone anche un ricco archivio online di di articoli, interviste e altri strumenti di conoscenza sul 1956.
- Per una cronologia online in lingua tedesca e in modalitŕ work in progress, relativa al periodo 1° gennaio 1956 - 23 ottobre 1989, cfr. il sito web Ungarn 1956 - Geschichte und Erinnerung (http://www.ungarn1956.de/site/40208538/default.aspx).
- M. Horváth, 1956 hadikrónikája (Cronaca di guerra del 1956), Akadémiai Kiadó, Budapest 2003, pp. 482.

Il contesto internazionale:
1) La crisi di Suez

- G. Kecskés, The Suez Crisis and the 1956 Hungarian Revolution (La crisi di Suez e la rivoluzione ungherese del 1956), in “East European Quarterly”, vol. XXXV, n. 1, Spring 2001, pp. 47-58 (accessibile online: http://www.highbeam.com/doc/1G1-72435428.html).
- Id., A NATO és az 1956-os magyar forradalom (La NATO e la rivoluzione del 1956), in B. Király, L. W. Congdon, A magyar forradalom eszméi eltiprásuk és győzelmük, 1956-1999 (Affermazione, soppressione, vittoria: il destino degli ideali della rivoluzione ungherese dal 1956 al 1999), Danár, Budapest 2001 (accessibile online: http://www.historia.hu/archivum/2003/030506kecskes.htm).
- Id., La diplomatie française et la révolution hongroise de 1956 (La diplomazia francese e la rivoluzione ungherese del 1956), Norma, Budapest 2005, pp. 457 (accessibile online: http://www.tti.hu/munkatarsak/tezisek/hu_kecskesdgusztav.html).
- G. Kiss, A három muskétás Egyiptomban. Az 1956-os arab-izraeli háború története (I tre moschettieri in Egitto: storia della guerra arabo-israeliana del 1956), in "Belvedere meridionale", IX, nn. 1-2, Szeged 1997, pp. 91-97 (accessibile online: http://www.helyihaboruk.lapok.hu/keret.cgi?/56.htm).
- Wikipedia, Suez Crisis.

2) La politica militare dell'Unione Sovietica in prospettiva internazionale

- J. Györkei, M. Horváth, Szovjet katonai intervenció, 1956 (Intervento militare sovietico, 1956), Argumentum Kiadó, Budapest 1996, pp. 314.

Il 1956 nei manuali storici e nella ricerca scientifica
- A. Szakolczai, 1956 a középiskolai tankönyvek tükrében (Il 1956 nello specchio dei libri di testo in adozione nei licei ungheresi), in "Évkönyv", 1995, pp. 326-333 (accessibile online: http://www.rev.hu/html/hu/50/szakolczai.pdf).
- Temi, obiettivi e programma di un seminario internazionale sul 1956 az európai tankönyvekben (Il 1956 nei libri di testo scolastici europei). Il seminario č stato promosso dalla Károlyi József Alapítvány (Fondazione József Károlyi) e si č svolto a Fehérvárcsurgó, 6-9 aprile 2006.

Il 1956 e la stampa
- Archivio online della stampa estera dell'epoca, a cura di János Tischler.
- E. Nagy (a cura di), 1956 sajtója (La stampa del 1956), Tudósítások Kiadó, Budapest 1989.

Il 1956 come vita quotidiana di guerra
- A. Szakolczai, Az 1956-os forradalom és szabadságharc (La rivoluzione e la lotta per la liberazione del 1956), 1956-os Intézet, Budapest 2001, pp. 434.
- Z. Ripp, 1956. Forradalom és szabadságharc Magyarországon (1956. Rivoluzione e lotta per la liberazione in Ungheria), Korona Kiadó, Budapest 2002, pp. 366.
- L. Eörsi, Corvinisták, 1956. A VIII. kerület fegyveres csoportjai (Quelli del Corvin, 1956. I gruppi armati dell'ottavo distretto), 1956-os Intézet, Budapest 2001, pp. 645.

L’affaire Bang-Jensen
- A. Nagy, A Bang-Jensen ügy. ’56 nyugati ellENSZélben, Magvető, Budapest 2005, pp. 399. Edizione italiana: Il caso Bang-Jensen. Ungheria 1956: un paese lasciato solo, Baldini Castoldi Dalai, Milano 2006, pp. 432.
- Recensione al volume di A. Nagy: J. M. Rainer, Megszállottan (In estasi).

Biografie storiche ungheresi
- J. M. Rainer, Imre Nagy, Life and Image, in "The Hungarian Quarterly", vol. XLVII, n. 183, Autumn 2006 (accessibile online: http://hungarianquarterly.com/no183/1.hmtl).
- Id., Nagy Imre. Politikai életrajz (Imre Nagy. Biografia politica), vol. I, 1956-os Intézet, Budapest 1996, pp. 553.
- Id., Nagy Imre, Politikai életrajz II. 1953-1958, 1956-os Intézet, Budapest 1999, pp. 486 (recensione online: <http://www.rev.hu/html/hu/kiadvanyok/nitartal.html>).
- J. M. Rainer, Nagy Imre, Vince Kiadó, Budapest 2002, pp. 184 (recensione online: <http://www.rev.hu/html/hu/kiadvanyok/kis_nagyimre/tartalom.html>).





Memoria

Chi, per chi, con chi, perché e come ricorda i 50 anni della Rivoluzione del 1956? Quali le vie emotive e riflessive della memoria? Quali gli spazi narrativi e gli strumenti a disposizione?


La storiografia elettronica come nuova fonte di memoria
- K. Baráth, Hálós és hálótlan történelem. A magyar e-történetírás áttekintése (Storia nella e al di fuori della rete. Panorama sulla e-Storiografia ungherese), in "Aetas", nn. 3-4, 2004, pp. 331-336 (accessibile online: http://epa.oszk.hu/00800/00861/00029/pdf/barath.pdf).

La memoria e le Istituzioni
- A. Szakolczai, Az 1956-os forradalom és szabadságharc (La rivoluzione e la lotta di liberazione del 1956. Editoriale).
- Indice della pagina web del Segretariato Ungherese per le Celebrazioni Nazionali.
- Pagina delle celebrazioni ufficiali della Repubblica Ungherese. Le sezioni:
1. Programma degli eventi e delle attivitŕ promossi dallo Stato dal 20/10/06 al 04/11/06.
2. Calendario: Notizie, attualitŕ, guida ai film e ai libri, e giochi sull’anniversario del 1956.
3. La stampa: Materiale informativo.
4. 1956 - itinerari e crocevie: Citazioni e immagini attraverso una filmografia sul 1956.

La memoria nei media
- L. Varga, J. Kenedi, A forradalom hangja. Magyarországi rádióadások 1956. október 23–november 9 (La voce della rivoluzione. Trasmissioni radio ungheresi 23 ottobre-9 novembre 1956), Századvág Kiadó–Nyilvánosság Klub, Budapest 1989, pp. 507.
- Il 1956, la televisione e la rete: dal palinsesto tematico a quello generale.
- Il 1956 e una rivista di storiografia.

Monumenti al 1956: memoria, arte e politica
- M. Kovalovszky (rec. di), G. Boros, Emlékművek ’56-nak (Monumenti al '56), 1956-os Intézet, Budapest 1997 (accessibile online: http://www.c3.hu/scripta/buksz/99/1/kovalo.htm).
- Il monumento al 1956 a Budapest.
- Il monumento al 1956 di Csömör.
- Budapest, Memento Park Budapest.

La memoria e l'individuo
- Percepire e commuovere: la fotografia come archivio della memoria istantanea.
- Dare nome e analizzare: Intervista radiofonica a Charles Fejtő, scrittore, pubblicista figlio dello storico Ferenc Fejtő (Magyar Rádió, 20 ottobre 2006, intervistatore G. Gelencsér); la conversazione come memoria narrata e Storia.

La 'memoria giovane'
- Ne lépj a fűre! (E‘ vietato calpestare l’erba!): dramma scritto dagli alunni di una scuola elementare e media del quartiere Zugló (Széchenyi István Általános Iskola).


La 'cultura della memoria' nel mondo attuale


Polonia
- Pagina web sotto copyright del ministero degli esteri polacco dedicato alla rivolta di Poznan e alla rivoluzione ungherese del 1956.
- Un documento sugli eventi.

Germania
- Ungarischer Akzent 1956 tükrében. Sulle celebrazioni dell'anniversario tenute in Germania.

Stati Uniti d'America
- Proiezione presso l'Istituto per gli Studi Ungheresi dell'Universitŕ Statale del New Jersey Rutgers del documentario Hot Autumn in the Cold War.
- Portale delle notizie dell'American Hungarian Federation.
- ONU, Conferenza stampa relativa agli eventi commemorativi della Rivoluzione del 1956 a New York.
- Ambasciata d’Ungheria a Washington.
- Hungarian American Association of Washington.
- San Francisco.

Francia
- Un cofanetto commemorativo e un blog sull'Ungheria in Francia. Oggi.

▪ Italia
- Convegno organizzato dall'Universitŕ di Roma Tre.
- Anche in versione audio (1-2) parziale da Radio Radicale.




Prova di ricostruzione: Budapest 1956


▪ Indicazioni metodologiche
Ricostruzioni compiute da studiosi, letterati e artisti ci offrono itinerari nell’Ungheria degli anni Cinquanta. Si tratta di una serie di proposte di lettura, di ascolto e di visione che non condurrŕ a una conoscenza ‘esauriente‘ tuttavia permetterŕ di individuare, di pari passo con la traduzione dei Diari dei Ragazzi del 1956, i tratti caratteristici della comunitŕ culturale ungherese dell’epoca. Testo letterario e contesto sociale costituiranno, cosě, uno dei possibili spettacoli del teatro della memoria storica.


▪ Vita
quotidiana
- 56.hu - Életérzés kiállítás, mostra sulla vita quotidiana, sullo stato d’animo e sulla percezione esistenziale (életérzés) della gente, Petőficsarnok, Budapest 11-17 settembre 2006.

▪ Forme e vie della comunicazione
- L. Varga, J. Kenedi, A forradalom hangja. Magyarországi rádióadások 1956. október 23–november 9, Századvég Kiadó–Nyilvánosság Klub, Budapest 1989, pp. 507.
- Pagina nel sito della radio nazionale ungherese dedicata alla rivoluzione del 1956:
1) Ricostruzione dell’assedio e della battaglia presso la sede della radio, ruolo della radio nella vita politica ungherese.
2) Testimonianze e documenti in audiofile (scontri a fuoco, trasmissioni dell’epoca, corrispondenze dalle manifestazioni).
3) Registrazione della sparatoria presso la sede della Radio Ungherese.

▪ Rappresentazioni d’arte figurativa
-
Quadri di Tibor Csernus, Angyalföld (La Terra degli angeli, 1956, Budapest, Accademia ungherese delle scienze) e Újpesti Rakpart (Lungo Danubio Újpest, 1957, Budapest Galleria nazionale ungherese) ricreano uno dei quartieri centrali di Budapest. Fonte: http://www.19562006.hu/kalendarium/.
- Statue nei luoghi pubblici ungheresi nell’era sovietica, dal 1989 oggetti di un museo all’aperto: il Parco delle Statue, Budapest.
- Statue della Budapest sovietica in un progetto di mostre dedicate alla riflessione sul rapporto tra arte e propaganda.  

▪ Ricostruzioni cinematografiche
- 13 nap remény (13 giorni di speranza), Festival del Documentario sul 1956, organizzato dall’Associazione dei registi di documentari ungheresi (Magyar Dokumentumfilm Rendezők Egyesülete), Cinema Puskin, Budapest 27-29 novembre 2006. Fonte: http://www.made.hu/13napremeny/.
- V. Z. Szilágyi (regia di), Jegyzőkönyv Mansfeld Péter emlékére (Verbale in ricordo di Mansfeld Péter). Fonte: http://www.dunatv.hu/cikk.html?id=44355.
- Mansfeld, il film (Regia di Andor Szilágyi, con Péter Fancsikai, Maia Morgenstern, Gergő Bárdi, Zsolt Dér, Csaba Pindroch).
A Forradalom arca - Egy pesti lány nyomában (Regia di Kékesi Attila, con Eszter Balázs, Phil Casoar)
- Magyar alkotások külföldön a forradalomról. 56-os külföldi filmek Magyarországon (Produzione cinematografica ungherese sul 1956 all’estero. Produzione straniera sul 1956 in Ungheria). Fonte: http://www.hetek.hu/node/3584.

▪ Prove di ricostruzione: l’io che ricorda con la fotografia
- Immagini ‘qualunque’ sul 1956. Fonte: http://gportal.hu/picview.php?prt=208263&gid=813770&index=1.

▪ Vita lettararia e suoi protagonisti
- É. Standeisky, Irodalom a forradalomban (Letteratura nella rivoluzione, saggio con foto e corredo bibliografico). Fonte: http://server2001.rev.hu/msite/index.asp?id=4.
- Per l'opera di György Petri (1943-2000), enfant terrible del mondo letterario ungherese del secondo novecento, cfr. l'Accademia letteraria digitale online. In inglese: Gy. Petri, Poems, trad. di Gy. Szirtes, in "The Hungarian Quarterly", n. 183, Autumn 2006. Fonte: http://www.hungarianquarterly.com/no183/14.html.
- G. Szigethy, 1956 – Az összeomlás pillanata (1956: il momento del crollo), in "Kortárs", febbraio 2003. Si tratta di un flashback dello storico della letteratura sulla propria memoria di adolescente. Per altri articoli sul 1956 dello stesso autore, cfr. l'Archivio della rivista: http://www.inaplo.hu/_inlog/log-periodika/kortars.html.

▪ Il contesto musicale
- Musica degli anni Cinquanta (non solo in Ungheria).

▪ Progetti di vita, orizzonti culturali, sogni e utopie sequestrati: gli Stati Uniti e l’Occidente europeo
- Letteratura, scienza e tecnologia americane nel 1956. 

 




Traduzione: Diari dei 'Ragazzi del 1956'. I testi e i dintorni


La classe virtuale lavora costantemente sulla traduzione dei Diari dei 'Ragazzi del 1956': 

Gyula Csics (1944)
Magyar forradalom 1956. Egy tizenkét éves fiú 1956-os naplója

Rivoluzione ungherese 1956. Diario di un ragazzo di dodici anni
A cura di J. Rainer M., 1956-os Intézet, Budapest 2006 (ISBN: 963 86635 6 1) 
Per la versione inglese di Paul Olchváry su "The Hungarian Quarterly": 
Parte I: God Bless the Hungarians!; Parte II: Happy New Year 1957, Note di Gyula Csics.


János Kovács (1943)
A magyar forradalom 1956. Napló: Isten áldd meg a magyart

La Rivoluzione ungherese 1956. Diario: Dio, benedici l’ungherese!
Proprietŕ di Péter Molnos, ed. Tamás Kieselbach,  Budapest 2006 (ISBN: 963 86932 4)

András Sándor
(1934)
1956
Autoregistrazione su nastro effettuata nel 1957, depositata presso il Petőfi Irodalmi Múzeum, inedito. Trascrizione digitale di Edit Kukorelly.


Per passare ai testi e dintorni si propone la lettura di Gábor Murányi, Counterpart Diaries, in "The Hungarian Quarterly", Vol. XLVII, n. 183.


I testi e i dintorni
Materiale per lo studio dei nessi tra biografia, eventi e cronaca di vita sociale e individuale, il genere diario e il suo significato letterario, la lettura e l'interpretazione.




Riflessione