Lingue

Archivio del sito

Home page - Didattica  - Studi Bilaterali Italo-Ungheresi / Italian-Hungarian Bilateral Studies
 20-Ago-2008   Stampa la pagina corrente   Stampa tutto   Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Studi Bilaterali Italo-Ungheresi (convenzione didattica bilaterale dal 2008) / Bilaterális Olasz-Magyar Tanulmányok (kétoldalú oktatási egyezmény 2008 óta) / Italian-Hungarian Bilateral Studies (Bilateral didactic convention from 2008)


  • Studi Bilaterali Italo-Ungheresi, livello triennale e magistrale (BA e MA), con piani di studio integrati fra l'Università degli Studi di Firenze e la Eötvös Loránd Tudományegyetem (ELTE) di Budapest, e con la possibilità di conseguire il titolo di studio in ambedue gli atenei partner Olasz-Magyar Bilaterális Tanulmányok a Firenzei Tudományegyetem és a budapesti Eötvös Loránd Tudományegyetem által közösen irányított tanulmánytervek alapján és a partneregyetemek mindegyike részéről kiadott diploma megszerzésének lehetőségével: 
- magistrale: Curriculum di Studi Bilaterali Italo-Ungheresi del Corso di Laurea Magistrale in Lingue e Letterature europee e americane, LM-37 
 
Budapest ELTE:
triennio (BA): Magyar Alapszak Olasz Minor Specializációval (Corso di Laurea in Lingua e Letteratura Ungherese con Specializzazione in Italianistica) oppure Romanisztika Alapszak Olasz Szakirány Magyar Minor Specializációval (Corso di Laurea in Romanistica Indirizzo Italianistica co Specializzazione in Lingua e Letteratura Ungherese)
- magistrale (MA): Magyar Nyelv és Irodalom Mesterszak (Corso di Laurea Magistrale in Lingua e Letteratura Ungherese) oppure Olasz Nyelv, irodalom és kultúra Mesterszak (CdL Magistrale in Lingua, Letteratura e Cultura Italiana) oppure Irodalom- és kultúratudomány Mesterszak 

- Bando per l'anno accademico 2010/2011: vd. la pagina dedicata del sito della Facoltà di Lettere e Filosofia di UNIFI / Pályázati Közlöny a 2010/2011-es tanévre: ld. a firenzei Bölcsészettudományi Kar weboldalát
  • 2009/2010: Laurea triennale/BA (magyarul) e magistrale/MA (magyarul). Termine in cui le domande di ammissione devono essere depositate nella Segreteria didattica dei corsi di laurea della Facoltà di Lettere e Filosofia, Piazza Brunelleschi 3-4, 50121 Firenze, è l'11 settembre 2009, ore 11. / Pályázati Közlöny a 2009-2010-es tanévre. A Firenzei Tudományegyetemre beiratkozni szándékozó hallgatók a pályázati jelentkezési dokumentumaikat 2009. szeptember 11-én 11 óráig adhatják le (juttathatják el postán) a firenzei Bölcsészkar Tanulmányi Osztályára.
  • Tájékoztató az ELTE BTK-ra beiratkozott hallgatók számára / Informazioni per studenti iscritti alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università Eötvös Loránd di Budapest.
  • Il Piano di studio integrato / Bilateral Joint Degree Tanulmányi Program. 
    In sintesi
    Triennio (BA): dei 180 crediti del triennio 60 saranno acquisiti a Budapest nel secondo anno (nel primo anno si potranno fare domande di borse di studio); il curriculum si articola in grandi gruppi disciplinari di cui Italianistica (per 48 crediti), Studi Ungheresi (54), Seconda lingua e letteratura straniera (18 oppure 30 con i crediti liberi), Discipline storico-geografiche e artistiche (18), Laboratori professionalizzanti (lingue, informatica, editoria online: 18), Prova finale (12).
    Biennio (MA): dei 120 crediti previsti 60 saranno acquisiti a Budapest nel primo anno del percorso con l'obiettivo primo di acquisire approfondite e ampie competenze linguistiche e filologiche; il curriculum si articola in grandi gruppi disciplinari di cui Italianistica (per 36 crediti), Studi Ungheresi (36), Discipline storico-geografiche e artistiche (12), Laboratorio professionalizzante (tra cui: informatica applicata agli studi letterari, editoria online: 6), Prova finale (30); contestualmente all'iscrizione si potranno fare domande di borse di studio; l'alloggio verrà garantito o gratuitamente oppure a costi molto contenuti.
  • Referenti: Prof. Beatrice Töttössy, Firenze; Prof. Giampaolo Salvi, Budapest.


Su proposta del Settore Ugrofinnico di Firenze, il percorso fiorentino di Studi italo-ungheresi (attivato nel 2004 come curriculum autonomo del Corso di laurea in Studi Interculturali, classe 11, legge 509, e del  Corso di laurea specialistica in Studi letterari e culturali internazionali, classe 42S, legge 509), e i percorsi in Studi di Italianistica e in Studi di letteratura e cultura ungherese e nei relativi Studi linguistici della Eötvös Loránd Tudományegyetem di Budapest hanno avviato, nel 2007, le procedure per la realizzazione di un titolo unico congiunto tra le due Università. I rettori delle due Università, il Prof. Augusto Marinelli per Firenze e, per Budapest, il Prof. Ferenc Hudecz, con firma apposta nel luglio 2008, hanno dato vita ad una prima convenzione di titolo congiunto, Bilateral Joint Degree, tra l'Ateneo Fiorentino e la Eötvös Loránd Tudományegyetem di Budapest. Nell'anno accademico 2008-2009 è attivo il percorso triennale (BA) del titolo congiunto, mentre dal 2009-2010 verrà attivato anche il curriculum bilaterale a livello magistrale (MA).


Il percorso congiunto, con la dizione di Curriculum bilaterale in Studi italo-ungheresi, propone di seguire una ideale linea di collegamento tra Italia (intesa come veicolo della cultura mediterranea e erede diretta della cultura classica e della modernità del Rinascimento e del Risorgimento) e Ungheria (da mille anni in intensa e diretta relazione con la cultura italiana) proponendo un approccio geoculturale transregionale. Collegando gli studi linguistici, linguistico-letterari e storico-culturali della 'vecchia' e 'nuova' Europa, si acquisiranno conoscenze riguardanti problematiche culturali e sociali concrete e attuali, in una ricca prospettiva storico-culturale e tramite itinerari di studio che implicheranno il raggiungimento di un'autonomia competente e responsabile, sia nella comunicazione interlinguistica, sia nell'interpretazione di problematiche culturali e interculturali territoriali. Il ‘radicamento nel territorio' qui, dunque, significherà l'esercizio costante di un reciproco rispecchiamento delle tradizioni culturali italiane e ungheresi e areali, in una sorta di laboratorio nel quale si imparerà a comprendere (linguisticamente e culturalmente) le due realtà e le loro relazioni territoriali, a modellare e progettare scenari, azioni e eventi congiunti e condivisi, a costruire ipotesi e prototipi di collaborazoni. Nell'intero percorso viene data priorità alla preparazione per il mondo del lavoro culturale. Nel biennio il percorso si estenderà ai territori della ricerca scientifica, con una particolare attenzione alle applicazioni e sperimentazioni concernenti il mondo dei media (tra cui l'editoria online open access multilingua e multimediale, e la traduzione e interpretazione letteraria e saggistica) e il mondo della scuola e della formazione permanente. Agli studenti, tenendo particolarmente conto delle esigenze degli studenti lavoratori, verranno garantiti strumenti e metodi di studio utilizzabili a distanza.

Il curriculum in Studi italo-ungheresi a titolo congiunto, adottando una prospettiva europea che tiene conto della progressiva ‘mondializzazione' della cultura, propone una scelta ponderata e coerente sia per quel che riguarda l'acquisizione di conoscenze e competenze linguistiche - che si ritiene opportuna e utile anche al di fuori del piano di studio previsto per il percorso - sia per quel che concerne la scelta nell'ambito dei tirocini e laboratori professionalizzanti. Si propone quindi che in tutti e due i percorsi, triennale e biennale, degli Studi italo-ungheresi congiunti gli studenti si impegnino ad acquisire conoscenze e competenze linguistiche, storico-geografiche, storico-letterarie e storico-artistiche connesse con il territorio ‘transregionale' che collega Italia e Ungheria, la Regione Toscana con  la Regione (Contea) di Pest, e le due regioni con l'intera area dove il Mediterraneo e l'area danubiana s'incontrano e dove le comunità linguistico-culturali italiane e/o ungheresi convivono con una o più maggioranze nazionali (Austria, Slovacchia, Slovenia, Croazia, Serbia, Romania, Ucraina).

Il curriculum in Studi italo-ungheresi dedica uno spazio importante alle relazioni interlinguistiche e interculturali tra Italia, Ungheria e la regione balto-finnica: si propone infatti di studiare la lingua finlandese e/o estone con l'obiettivo di acquisirne (almeno) conoscenze passive. Il piano di studio integrato prevede l'avviamento agli studi ugrofinnici comparati, sia sul piano storico, sia su quello della contemporaneità. Allo stesso tempo, Studi italo-ungheresi indirizza verso gli studi delle dinamiche del mondo della produzione e delle relazioni culturali tra l'Europa ‘del centro' (Italia e i paesi dell'Europa ‘occidentale') e l'Europa ‘delle periferie' (dalla Finlandia ai paesi dell'Europa ‘centro-orientale'). Si propone il raggiungimento di buone competenze almeno in una delle lingue europee ‘veicolari' (inglese, tedesco, francese, spagnolo).

Il percorso dedica una particolare attenzione ai nessi tra studi teorici e apprendimento pratico. Si prevede quindi che gli studenti, sia nel triennio che nel biennio, si sperimentino in applicazioni concrete e procedano - oltre che tramite la frequentazione dei corsi d'impostazione tradizionale - adoperandosi in attività di laboratorio e partecipando a lavori di gruppo. Nell'ambito della sperimentazione e innovazione didattica, dall'anno accademico 2006-2007 sono attivi gruppi di studio e moduli internazionali online:

il Gruppo 1956, con il coinvolgimento di tre licei ungheresi con Sezione italiana e maturità bilaterale, è organizzato come Modulo Internazionale Sperimentale sulla piattaforma e-Learning di Ateneo; il GR56 è dedicato alla traduzione e all'edizione online multimediale e plurilingua dei diari di tre giovani partecipanti alla Rivoluzione ungherese del 1956, e all'analisi delle potenzialità culturali insite nella ‘memoria storica condivisa';
il Gruppo Bilinguismo è impegnato nell'esame delle specificità dell'educazione, praticata in un contesto multiculturale che è caratterizzato o dalla presenza di lingue ‘poco frequentate', tra cui l'ungherese, il finlandese e l'estone, oppure dalla condizione di ‘minoranza etnica' e dal connesso duplice radicamento culturale; nell'anno accademico 2007-2008 uno specifico programma di lavoro è stato realizzato in connessione con tre realtà scolastiche dove, nel secondo semestre, hanno operato studenti e neolaureati del Settore come Assistenti Comenius e come Tirocinanti;
il Gruppo Patrimonio è un gruppo di studio in parte ‘dislocato' in Ungheria e in Finlandia dove, come Borsisti intergovernativi, studenti e neolaureati del Settore si dedicano alla raccolta, catalogazione, redazione ed edizione online di documenti d'interesse italo-ungherese, finlandese, estone;
il Gruppo Progetti-Ue coinvolge laureandi e neolaureati del Settore nell'elaborazione di un progetto europeo trasversale di Rete Comenius e connessa e-Editoria italo-ungherese/finlandese/estone, con collegato versante franco-tedesco, ungherese-slovacco-austriaco e italo-sloveno-ungherese, e con connesse collaborazioni interuniversitarie.

 

 

 
Home page - Didattica  - Studi Bilaterali Italo-Ungheresi / Italian-Hungarian Bilateral Studies
Marsilius - Motore di ricerca dell'Ateneo Fiorentino - logo
 
- progetto e idea grafica CSIAF - contenuti e gestione a cura del Dipartimento - Responsabile Tecnico del sito